Casa Cottolengo di Cuneo
20 Mag 2021

Casa Cottolengo di Cuneo

20 Mag 2021

Casa Cottolengo di Cuneo


 

Il dono carismatico riversato da Dio nel cuore del Cottolengo, travalica le mura e i confini della Piccola Casa

CENNI STORICI

Il servizio che la Casa “Cottolengo” di Cuneo offre alle persone più bisognose ha radici storiche che risalgono al 1899, quando Padre Giuseppe Ferrero, Superiore in quegli anni dell’opera cottolenghina, su richiesta del Commendator Toselli, inviò le prime Suore a continuare l’assistenza alle ragazze minorate ed orfane iniziata da Mons. Peano, allora Parroco della Parrocchia Sacro Cuore, dando così inizio ad una nuova opera della Divina Provvidenza. Il numero delle Ospiti di questa “Casa” crebbe con il passare degli anni. Alla trentina di ragazze già presenti, nel 1911 si aggiungono ottanta donne provenienti dall’Ospedale Neuropsichiatrico di Racconigi. Il numero continua ancora ad aumentare fino a raggiungere la cifra di 235 Ospiti nel 1929.
Dal 1931 ad oggi un susseguirsi di adeguamenti e ristrutturazioni hanno permesso al grande complesso di diventare sempre di più “Casa” accogliente in grado di rispondere alle nuove esigenze delle persone ospitate e degli orientamenti legislativi emanati nel settore socio-assistenziale in questi anni.

OGGI

La struttura ha una forte integrazione con il territorio ben inserita nella realtà sociale di Cuneo. È stata istituita per il sostegno delle persone anziane e per quelle che necessitano di un sostegno esperto, grazie al personale specializzato competente ed efficiente. La struttura è immersa nel verde, offre ambienti ampi e accoglienti dotati di ogni comfort. La Casa “Cottolengo” di Cuneo, Filiale della Piccola Casa della Divina Provvidenza di Torino, è un Presidio socio-assistenziale che accoglie persone anziane autosufficienti e non che, per la loro particolare situazione personale, familiare, non possono usufruire di altri servizi sul territorio.

BENEFICIARI

Attualmente la Casa vede la presenza di 65 ospiti suddivisi in 4 nuclei di cui 1 dedicato a suore a riposo. Il presidio accoglie 65 persone di media, medio/alta e alta intensità assistenziale; offre ospitalità ed assistenza socio-sanitaria a carattere residenziale a persone disabili e anziane, autosufficienti e non autosufficienti.

ATTIVITA’

La struttura è articolata in nuclei di vita comprendenti locali per la zona giorno con sala da pranzo, soggiorno, angolo TV e un’ampia terrazza, locali per la zona notte con camere a 1 o 2 letti con bagno interno. Sono presenti anche un salone-bar, una sala conferenze, una palestra, ambienti per le attività di socializzazione, socio-culturali, artigianali di laboratorio e riabilitative. Ogni nucleo si avvale inoltre dell’ausilio di bagno clinico, servizi igienici collettivi, locali biancheria sporca e guardaroba per la biancheria pulita. La casa è dotata di ausili per le persone meno autosufficienti e di una palestra attrezzata con personale qualificato. All’esterno la Casa è circondata da un giardino usufruibile dagli ospiti e dalle persone che accedono alla struttura. La struttura è attrezzata di cucina e lavanderia interna.

OBIETTIVO

L’obiettivo della Piccola casa della Divina Provvidenza è quello di offrire alla persona un contesto familiare che le permetta di inserirsi e più facilmente superare il difficile approccio con un ambiente diverso. Tale obiettivo pone la persona al centro del servizio offerto, salvaguardando il suo diritto di scelta, la possibilità di esprimere i propri desideri e trovare spazi in cui affermare la propria identità. Per mantenere viva l’identità cottolenghina e far diventare parte integrante del lavoro quotidiano i valori e i principi fondamentali che ispirano le nostre attività, prestiamo particolare attenzione all’attività di formazione. La formazione della persona è un processo che deve essere armonico e globale. Inoltre non può essere limitato a un particolare intervallo di tempo e deve necessariamente coinvolgere tutti gli aspetti della persona: psicofisico, intellettuale e morale. Pertanto il sostegno dei benefattori risulta fondamentale per continuare a garantire questo livello di assistenza e cura a 360 gradi, degli ospiti presenti nella struttura.

IMPATTO

Il Progetto gestionale del servizio del Presidio è formulato per realizzare l’unità di indirizzo di tutti i membri e dei singoli settori operanti. Annualmente viene predisposto un piano di formazione per il personale operante. Al fine di promuovere un’integrazione con la rete dei servizi sul territorio, la Direzione individua le risorse cui riferirsi per il soddisfacimento dei bisogni degli ospiti e favorisce ogni iniziativa che rende il servizio offerto dal Presidio risorsa per il territorio di pertinenza. Inoltre la Direzione promuove incontri con le Associazioni di volontariato o altri Enti ed Istituzioni interessate al servizio, per programmare attività comuni, informare dei propri criteri di funzionamento, raccogliere sollecitazioni, proposte e contenuti per una migliore qualità del servizio.

Sostieni le attività della Casa Cottolengo di Cuneo

Come donare

Paypal o carta di credito

 

Dona ora

Bonifico

Banca del Piemonte sede di Torino

IBAN

IT16 T030 4801 0000 0000 0085 070

 

Indicare nella causale il Titolo del progetto scelto e inviare insieme all’indirizzo anche il Codice Fiscale, necessario per la ricevuta

Leave a comment
More Posts
Comments
Apri la chat
1
Contattaci ora
Ciao 👋

Scrivici in chat per qualsiasi informazione!